I nutrienti giocano un ruolo fondamentale nella fertilità femminile e in gravidanza. Infatti alcuni di essi favoriscono le probabilità di concepire e il corretto sviluppo del feto.

Senza un adeguato apporto di nutrienti, l’organismo non può funzionare correttamente, con ripercussioni sulla salute e sulla vitalità tanto della madre quanto del nascituro. Anche i processi riproduttivi, per essere pienamente efficienti, hanno bisogno di alcuni aminoacidi, minerali, vitamine e oligoelementi.

Sulla fertilità femminile, gli integratori hanno effetti a largo raggio. Sebbene una carenza di alcuni nutrienti specifici potrebbe ridurre la fertilità, rimane sempre possibile concepire. Va però ricordato che queste mancanze di sostanze nutritive potrebbero avere effetti deleteri sullo sviluppo fetale, causare difetti congeniti e mettere a repentaglio anche la salute della madre.

I nutrienti fondamentali per favorire la fertilità femminile

Rame

Il rame è un oligoelemento che favorisce la salute del metabolismo e l’equilibrio ormonale. Una sua presenza eccessiva o scarsa può influenzare negativamente la fertilità. Le ricerche dimostrano che spesso le donne che presentano bassi livelli di rame sono subfertili, probabilmente a causa di squilibri del metabolismo degli estrogeni.

Continua a leggere

Acido folico

Si tratta forse del nutriente più noto per le sue proprietà benefiche in gravidanza. L’acido folico è una vitamina del gruppo B essenziale per promuovere una sana divisione cellulare nello sviluppo del feto. La carenza di tale sostanza può causare difetti del tubo neurale, del midollo spinale e del cervello. Di conseguenza, le donne che desiderano diventare madri dovrebbero aumentare l’assunzione di acido folico. Tale apporto in dosi elevate è raccomandato anche durante le prime fasi della gravidanza al fine di garantire al feto un solido supporto al suo sviluppo.

Continua a leggere

Ferro

Esiste un forte collegamento tra bassi livelli di ferro e infertilità femminile. Una carenza di tale sostanza potrebbe infatti inibire l’ovulazione. Al contrario, i rischi di problemi legati all’ovulazione si riducono in presenza di buoni livelli di ferro. Esiste inoltre un’associazione tra bassi livelli di ferro e peso scarso alla nascita. Si può quindi affermare che il ferro è necessario per favorire la crescita del feto e della placenta. Risulta quindi fondamentale monitorare da vicino gli apporti di ferro in gravidanza poiché un eccesso o una carenza potrebbero portare complicazioni.

Continua a leggere

Acidi grassi omega 3

Si tratta di acidi grassi essenziali per il sostegno tanto della fertilità, quanto della salute del feto in gravidanza. Alcuni studi hanno provato che gli acidi grassi omega 3 potrebbero addirittura favorire l’allungamento della vita riproduttiva della donna. Tuttavia questa ricerca, effettuata sugli animali, ha bisogno di ulteriori conferme. Un altro studio ha invece scoperto che aumentare l’assunzione di acidi grassi omega 3 durante i trattamenti per la fecondazione in vitro o l’iniezione intracitoplasmatica degli spermatozoi apporta benefici per la fertilità e la crescita dell’embrione. In gravidanza, questi acidi grassi di fondamentale importanza possono proteggere il feto in fase di sviluppo dallo stress ossidativo e favorire un buon peso alla nascita.

Continua a leggere

Vitamina C

Essendo un potente antiossidante, la vitamina C riduce lo stress ossidativo con possibili effetti sulla fertilità femminile. Inoltre, alcuni studi indicano che l’integrazione di tale vitamina sarebbe utile in caso di trattamenti per la fecondazione assistita.

Continua a leggere

Vitamina D

Spesso chiamata la “vitamina del sole”, questo gruppo ha un ruolo fondamentale nell’aiutare l’organismo ad assorbire gli oligoelementi e altre sostanze fondamentali. Alcuni studi sugli animali hanno dimostrato che la vitamina D può influire sulla fertilità femminile. Infatti le femmine di topo con carenze in vitamina D fanno fatica a generare prole sana. Nel genere umano, la vitamina D si è dimostrata importante per portare a termine gravidanze sane e uno sviluppo fetale corretto. Le donne con bassi livelli di tale nutriente sono più a rischio di sviluppare complicanze durante la gravidanza e di partorire neonati gracili.

Continua a leggere

Vitamina E

Alcuni studi affermano che le donne che si sottopongono a trattamenti per la fecondazione assistita traggono beneficio dall’integrazione di vitamina E. Infatti, grazie alle sue proprietà antiossidanti e anticoagulanti, tale nutriente migliora la risposta dell’endometrio. Inoltre la vitamina E favorisce lo sviluppo corretto del feto.

Continua a leggere

Zinco

Il mantenimento dei livelli ormonali è possibile grazie allo zinco. Di conseguenza, si tratta di un oligoelemento essenziale per la fertilità femminile. In gravidanza, bassi livelli di zinco possono causare problemi allo sviluppo fetale e complicazioni durante il parto.

Continua a leggere

Aumentare l’assunzione di nutrienti per favorire la fertilità femminile

Gli effetti delle sostanze nutritive sulla fertilità femminile sono notevoli. Comprendere in che modo tali sostanze influenzino il sistema riproduttivo e lo sviluppo fetale può aiutare le donne cambiare in meglio il proprio stile di vita. Assicurare al proprio organismo un buon apporto dei nutrienti fondamentali favorirà la fertilità e sosterrà la gravidanza e la crescita corretta del nascituro.

Sebbene sia facile promuovere il consumo di notevoli quantità di frutta e verdura fresche per approvvigionarsi di sostanze nutritive importanti, passare alla pratica non è altrettanto semplice. La frenesia delle nostre giornate e stili di vita differenti richiedono un maggiore apporto di nutrienti, specialmente quando le abitudini alimentari lasciano a desiderare. A questo punto i risultati si ripercuotono sulla salute riproduttiva.

Per mantenere una fertilità sana e aumentare le probabilità di rimanere incinta, molti specialisti in fertilità consigliano alle loro pazienti l’assunzione di integratori. Si tratta di una via efficace, semplice e alla portata di tutti per assicurare all’organismo i nutrienti necessari in questo periodo così delicato. Esistono numerose formulazioni diverse adatte a fornire sostegno in gravidanza e a promuovere un corretto sviluppo fetale.

Prima di scegliere un integratore, è essenziale consultare il proprio medico. Alcuni prodotti sono più adatti a favorire il concepimento, mentre altri sono consigliabili durante la gravidanza. Poiché alcuni nutrienti possono essere controproducenti in gravidanza, non è raccomandabile assumere dei multi-vitaminici generici. Va comunque sottolineato che la salute del sistema riproduttivo può beneficiare notevolmente dal consumo dei giusti integratori e da alcuni miglioramenti nel proprio stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio