Test di ovulazione fai-da-te

L’ovulazione si presenta ogni mese, quindi una donna ha a disposizione solo un breve periodo di 12-36 ore per concepire. Per questo molte coppie utilizzano un dispositivo capace di individuare con precisione tale momento.

Sapendo quando è prevista l’ovulazione è possibile pianificare l’attività sessuale perché coincida con tale periodo, aumentando così le possibilità di fecondare l’ovulo.

Come funziona un test predittivo dell’ovulazione?

Il dispositivo registra il livello di ormone lutenizzante che tipicamente raggiunge il suo apice, o picco, circa 36 ore prima dell’inizio dell’ovulazione.

Il metodo con cui viene registrato l’ormone lutenizzante dipende dal tipo di test delle urine. In alcuni casi l’urina viene raccolta in una coppa, in altri è necessario bagnare una striscia mentre si urina.

In presenza del picco di ormone lutenizzante, il dispositivo a striscia o carta mostra dei segnali colorati. Il procedimento è simile a quello per i test di gravidanza che rilevano la gonadotropina corionica umana.

Consigli pratici

Le istruzioni d’uso variano leggermente a seconda del test impiegato. Di solito le urine devono essere raccolte o esaminate tra le 10 del mattino e le 8 della sera. Molti dispositivi consigliano di effettuare il test tra le 2 e le 2:30 del pomeriggio.

È consigliabile anche effettuare il test ogni giorno alla stessa ora e ridurre l’assunzione di liquidi nelle due ore circa che precedono l’analisi poiché l’urina potrebbe risultare troppo diluita con una conseguente difficoltà di identificazione del picco di ormone lutenizzante. La maggior parte dei test dovrebbero essere letti entro dieci minuti dall’esposizione all’urina.

Test di ovulazione a confronto

È probabile che, nell’impegno continuo di identificare il vostro periodo fertile, vi sottoponiate a numerosi test di ovulazione prima di raggiungere il concepimento. Per questo crediamo che un buon test dovrebbe avere un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Il dispositivo con strisce SME Fertility è certamente il più economico, ma se non siete troppo legati al prezzo e se amate la tecnologia, i dispositivi con monitor sono una buona soluzione capace di fornire informazioni aggiuntive e un risultato più affidabile.

In generale, crediamo che il modo più efficace per determinare il proprio periodo fertile sia tenere sotto controllo diversi fattori quali la temperatura corporea, il muco cervicale, il picco di ormone lutenizzante e raggiungere una buona consapevolezza del proprio corpo.

 

Test di ovulazione

  • Dove comprare i test fai da te
  • Test con il contenitore
  • Strisce per le urine
  • Numero di test per confezione
  • Ormoni tracciati
  • Precisione
  • Informazioni

One Step

€ 6,7920 strisce
€ 6,7920 strisce

Clearblue Digital

€ 32,4510 strisce
€ 32,4510 strisce
  • 10 pezzi
  • LH
  • 99%
  • Facile da leggere sul display digitale. Risultati in 3 minuti

ClearBlue Monitor

€ 91,60touchscreen
€ 91,60touchscreen
  • LH e Estrogeni
  • 99% per l'aumnto di LH e gravidanza
  • Traccia e raccoglie le informaioni sulla fertilità e sulla gravidanza per 6 mesi.

Vantaggi dei test di ovulazione

  • Se usati correttamente, la maggior parte dei test di ovulazione sono più accurati e facili da usare rispetto ad altri metodi di identificazione del periodo fertile. L’efficacia dei dispositivi di buona qualità nel registrare il picco di ormone lutenizzante è pari al 97%.
  • I test di ovulazione possono essere molto comodi dato che vanno usati solo a metà del ciclo, mentre altri metodi richiedono un impegno quotidiano, ad esempio per misurare la temperatura corporea basale.
  • I dispositivi sono di facile reperibilità e possono essere acquistati in farmacia, in alcuni supermercati e su molti siti web, ad esempio su Amazon.
  • Proprio come i test di gravidanza fai-da-te, quelli predittivi dell’ovulazione sono molto semplici da usare e spesso includono più di una striscia, il che li rende ancora più convenienti.

Svantaggi dei test di ovulazione

  • I test di ovulazione possono essere costosi (tra i 6 e i 92 € per le marche più note) e si usa un nuovo kit ad ogni ciclo.
  • Per le donne che hanno superato i 40, i test di ovulazione non hanno un’affidabilità certa. Infatti avvicinandosi alla menopausa i livelli di ormoni hanno delle normali fluttuazioni e spesso l’ormone lutenizzante aumenta, causando dei risultati falsi positivi che non dipendono necessariamente dalla vicinanza con l’ovulazione.
  • Alcuni farmaci possono interferire con i risultati dei test di ovulazione. Ad esempio nelle donne che assumono farmaci per la fertilità o di altro tipo con effetti sui livelli ormonali, i risultati non sono attendibili.
  • I test predittivi non confermano l’ovulazione, ma prevedono semplicemente quando si verificherà il picco di ormone lutenizzante che spesso precede l’ovulazione. In alcuni casi però, dopo il picco ormonale l’ovulo non viene rilasciato (sindrome del follicolo luteinizzato non rotto).
  • I test di ovulazione non sono in grado di determinare le condizioni del muco cervicale, il quale deve essere recettivo allo sperma per poter creare un ambiente fertile.

Come ottenere il massimo dai test di ovulazione

I test di ovulazione possono essere molto utili nel prevedere il picco di ormone lutenizzante e la successiva ovulazione.

Tuttavia, per ottenere una previsione più accurata i dispositivi dovrebbero essere utilizzati in sinergia con il rilevamento della temperatura corporea basale e l’analisi regolare del muco cervicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio