[ssba_hide]

Il processo di generazione dello sperma è particolarmente sensibile ai fattori esterni tra i quali traumi (calore, forza fisica); energia, livello generale di stress, sostanze nutritive per lo sviluppo degli spermatozoi e stress ossidativo.

Ricerche hanno dimostrato che lo stress ossidativo è probabilmente il fattore più decisivo per l’infertilità maschile e i danni al DNA. Fortunatamente, esso può essere controllato in modo abbastanza semplice.

Centinaia di studi scientifici hanno provato che la qualità dello sperma in uomini definiti subfertili può migliorare e talvolta aumentare del 400% grazie all’assunzione di speciali micronutrienti come antiossidanti, aminoacidi, oligoelementi e vitamine.

Quando si dovrebbero assumere i micronutrienti per la fertilità?

Tradizionalmente gli specialisti in fertilità consigliavano sia alle donne che agli uomini di assumere cicli di integratori nutrizionali per alcuni mesi in preparazione della fecondazione in vitro e di altre terapie per la fertilità. Oggi la loro assunzione è raccomandata a tutti gli aspiranti padri che hanno superato i 35 anni di età per l’efficacia provata e l’accessibilità del prezzo (in questo sito web sono citati un gran numero di studi clinici).

Non esistono effetti collaterali associati all’assunzione di micronutrienti. Dato che prima dell’eiaculazione gli spermatozoi maturano in circa 90 giorni, non esistono ragioni cliniche per non iniziare il prima possibile ad assumere i micronutrienti. Questi proteggeranno gli spermatozoi che si stanno sviluppando e il DNA da un eccessivo stress ossidativo.

Quali micronutrienti assumere?

La resistenza della catena si valuta sull’anello più debole. Quindi la maggior parte degli specialisti in fertilità consigliano una combinazione di diversi integratori nutrizionali per fare in modo che gli spermatozoi siano il massimo per qualità e quantità.

Tra i micronutrienti più importanti ci sono gli aminoacidi L-Arginina, L-Carnitina e L-Glutatione, le vitamine C, E, D e l’acido folico, oltre a oligoelementi come lo zinco e il selenio. Anche l’estratto di corteccia di pino, grazie alle sue grandi capacità antiossidanti, protegge la qualità dello sperma.

Quali sono i benefici?

  • Il prezzo degli integratori nutrizionali per la fertilità maschile, meno di 50€ al mese, è economico, specie se paragonato agli alti e imprevisti costi dell’inseminazione artificiale, ad esempio la fecondazione in vitro.
  • Gli integratori nutrizionali aumentano tutti i principali parametri della qualità dello sperma come la conta, la motilità, la morfologia e il volume e proteggono il prezioso patrimonio genetico degli spermatozoi dai danni ossidativi causati dai radicali liberi.
  • Gli ingredienti sono micronutrienti dall’efficacia provata clinicamente e senza effetti indesiderati. Non si tratta quindi di una terapia chimica o farmacologica, ma naturale.
  • Gli integratori nutrizionali hanno anche altri effetti benefici come ad esempio sul sistema immunitario.

INTEGRATORI NUTRIZIONALI PER LA FERTILITÀ MASCHILE

Integratori combinati a confronto

Gli integratori combinati per la fertilità maschile presenti sul mercato sono diversi per qualità e prezzo.
Scopri per quali vale la pena spendere il proprio tempo e denaro.

[ssba_hide]

I SINGOLI NUTRIENTI E LA FERTILITÀ MASCHILE